Melanzana

Originaria dell'india, la melanzana è un ortaggio utilizzato in tutto il mondo per il suo gusto saporito delicato e deciso al tempo stesso, qualità rara ed apprezzatissima...

Melanzana (Solanum melongena)

La melanzana è originaria dell’India e appartiene alla famiglia delle Solanacee (come il pomodoro, la patata. e il peperone); la pianta ha fusto generalmente violaceo, foglie ovali, picciolo robusto, fiori irregolari bianchi o violacei. I frutti (la parte commestibile) hanno forme molto diverse (da bislunghe a ovali o tondeggianti) e colore che va dal bianco al viola scuro, a seconda della varietà.

Le coltivazioni più diffuse sono: violetta mostruosa di New York o mostruosa di Sicilia, violetta precocissima o ovale di Asti, violetta delicatezza, violetta lunga, bellezza nera, bianca uovo.

La melanzana è una verdura prettamente estiva, e il frutto va raccolto quando raggiunge lo sviluppo ottimale, ma ancora tenero e scuro (nelle varietà viola).
Il valore energetico non è molto elevato e non vi sono costituenti in percentuali rilevanti, a eccezione di alcuni sali minerali, tra cui il potassio;  il suo vero asso nella manica è la ricchezza di antiossidanti (antocianine) e di fibre che la rendono un eccellente "anti-age"; la presenza di acido clorogenico è un ulteriore elemento positivo ad azione antiossidante e antiinfiammatoria;  possiede insomma tutte le caratteristiche e le proprietà di un buon ortaggio.

Come coltivare la melanzana

La melanzana è un ortaggio che vuole acqua; sono preferibili i climi caldi e i terreni ricchi di humus; è necessaria un’irrigazione costante.

Semina

La semina avverrà a fine inverno in semenzaio. Le piantine, raggiunti i 5 cm. circa, andranno poi trapiantate in terricciato, e successivamente dopo,un paio di mesi, trapiantate nell’orto. Può essere effettuata la semina direttamente nel terreno, a condizione che possano escludersi “ritorni di freddo ”.

Raccolta

 

Uso della melanzana

Non sarebbero sufficienti una decina di pagine per illustrare gli usi della melanzana,  considerato che solo in Italia praticamente ogni regione possiede una ricetta a base di melanzane e chje l'ortaggio è molto diffuso in tutto il mondo.
L’ortaggio può essere consumato crudo (quando è piccolo e tenero), in pinzimonio o in antipasti misti, cotto alla piastra, condito con olio, sale e pepe.
Le ricette con le melanzane come ingrediente come detto sono numerosissime e prevedono frequentemente l’uso di pomodoro, formaggio e piante aromatiche quali prezzemolo, aglio, origano e finocchio selvatico.

Molte preparazioni sono precedute da una salatura  delle melanzane tagliate a fette per eliminare una certa quantità d’acqua e con essa i principi amari e piccanti.
Altre preparazioni sono invece precedute da una frittura in olio.
Le melanzane sono facilmente conservabili sott’olio, dopo una breve cottura in aceto o una “deamarizzazione” (salatura e pressatura).