Agave (agave americana)

L'agave è una pianta per certi versi affascinante, poiché in genere vive per 30-40 anni finché non compare l’infiorescenza, alta ben 8 m. Subito dopo la pianta muore, avendo tuttavia provveduto a generare nuove piante. Oltre alla specie di color verde puro ci sono delle varietà con foglie rigate o marginate di giallo o bianco-crema. Anche in vaso le foglie possono crescere oltre il metro.

Agave (agave americana)

Famiglia: Agavaceae.
Origine: Messico; l’agave è diffusa ai tropici, subtropici e nel bacino mediterraneo.
Esposizione: soleggiata, tuttavia tollera anche la mezz’ombra.
Substrato: un miscuglio di 2 parti di terra da giardino argillosa e 1 parte di terriccio universale e sabbia.
Cure colturali: annaffiare con moderazione. Durante il periodo vegetativo somministrare, non più di due volte, del concime per cactacee.
Un eccesso di concimazione determina una crescita esagerata
Cure particolari: nessuna.
Cure invernali: tenere in un luogo luminoso a una temperatura di 5 °C.
Annaffiare poco e se necessario, rinvasare.
Parassiti e malattie: cocciniglia a scudetto e cotonosa.
Moltiplicazione: per polloni che nascono numerosi dalla pianta madre,anche per seme.
 
Avvertenza: le lunghe foglie hanno margini spinosi e un apice acuminato come un ago, che può provocare ferite anche gravi.
Per questa ragione infilzare su ciascuna punta delle foglie turaccioli di sughero al momento di ritirare o riportare all’aperto la pianta.
Se in casa ci sono bambini o manca lo spazio è meglio rinunciare a malincuore a questa magnifica pianta.