L'erica è una delle piante da bordura e da giadino roccioso più utilizzate, per la sua rusticità e resistenza.

Possiede foglie aghiformi e verticillate.
Per la coltivazione primaverile viene proposta soprattutto Erica herbacea (sin. Erica carnea); disponibile in numerose varietà e sopporta bene il freddo; le varietà più note sono: "Winter Beauty" (rosa violaceo), "Snow Queen" (bianca), "Vivellii" (rosso violaceo); in alcune varietà ("Aurea", "Golden Starlet", "Sunshine Rambler") il fogliame assume in estate e in inverno tonalità bronzee o ramate, verde dorato o arancio bruno.
Fioritura: da dicembre ad aprile a seconda della varietà.
Famiglia: Ericaceae.
Origine: Europa.
Esposizione: da soleggiata a mezz'ombra.
Substrato: terra per rododendri mista a sabbia.
Messa a dimora: sistemare nei contenitori le piantine acquistate o coltivate in casa a 30 cm di distanza.
Cure colturali: tenere il terreno umido nel periodo vegetativo. Somministrare concime organica una volta in primavera, all'inizio dell'estate e in piena estate.
Cure particolari: recidere le parti appassite.
Cure invernali: nessuna protezione. Non far asciugare il terreno. Parassiti e malattie: infestazione di fanghi per eccessiva umidità.