Violaciocca gialla

E' una piacevole esperienza tener la violaciocca gialla sul balcone, soprattutto per il suo dolcissimo profumo.

Questa pianta dall'aria deliziosamente demodè e un po' rustica viene coltivata come annuale. I coltivatori hanno selezionate varietà per il fiore reciso a portamento eretto, alte fino a 60 cm, e piante cespugliose per aiuole e vasi, alto 30 cm. I colori dei fiori semplici e doppi variano dal giallo al giallo oro, a rosso vellutato, rosso-bruno, al bruno, al nero bruno. Le più adatte ai balconi sono le varietà Gefullter Zwerghursch (30 cm) oppure Bedder Zwerghursch.
Le piante fiorite sono in vendita da aprile a giugno.
Fioritura: aprile-giugno.
Famiglia: cruciferae.
Origine: Europa meridionale.
Esposizione: da soleggiata a mezz'ombra.
Substrato: terra al argillosa ricca di humus, terriccio universale.
Messa a dimora: invasare le piantine acquistate o coltivate in casa a 15 20 cm di distanza.
Cure colturali: durante il periodo vegetativo tenere di norma il terreno appena umido e concimar ogni 2 settimane.
Cure particolari: eliminare regolarmente le corolle sfiorite per prolungare la fioritura.
Cure invernali: tenere all'aperto coprendo le cassette con rami di abete o altro pacciame. Se le piante sono collocate in luoghi riparati annaffiare poco nei giorni meno freddi. Parassiti e malattie:mal bianco e altre malattie fungine.
Moltiplicazione: per seme da maggio a luglio con una temperatura del terreno di 18°.
Forme di allevamento: di particolare effetto con lei nontiscordardime.
Avvertenza: la pianta contiene specie nei segni glicosidi velenosi.