Home page

Schede piante

Tecniche

Patologie

Forum

News

Contatti
Schede piante

Begonia (Begonia)

scheda pianta
Begonia
Le begonie sono delle piante molto diffuse per la loro bellezza e in grado di fiorire anche in posizione non troppo luminosa; i fiori hanno colori di tutte le tonalità eccetto il blu e il viola.
I fiori sono semplici o più ricchi, talvolta addirittura simili a delle rose o ad anemoni, con un diametro che può raggiungere anche i 20cm.
Tra le molteplici varietà di begonia, ve ne sono di varietà bicolori con petali orlati o frastagliati.
Le foglie ovali appuntite sono di varie dimensioni, verde oliva o verde scuro, con riflessi metallici o venature verdi.
Sono disponibili gruppi a portamento eretto, di varia altezza, con fiori piccoli o grandi come pure begonie pendule con minuscoli fiorellini, particolarmente adatte per dei cestini pensili.
Merita di essere ricordata la nuova varietà "Illumination"; questa pianta ha fusto lungo, flessibile, molto ramificato e corolla piatta, con fiori color salmone; le begonie sono fiori in grado di ripagare alla grande chi le cura amorevolmente.
Fioritura: da maggio a ottobre.
Famiglia: Begoniaceae.
Origine:America meridionale.
Esposizione: da luminosa a mezz'ombra, ma sempre riparata dal vento.
Substrato:va bene del terriccio universale, terra comune da vaso.
Messa a dimora: invasare le piantine acquistate o coltivate in casa (vedi Moltiplicazione) a 25 cm di distanza.
Cure colturali: nel periodo vegetativo annaffiare molto, evitando con attenzione i ristagni d'acqua.
A partire da agosto ridurre le quantità d'acqua; somministrare una piccola dose di fertilizzante ogni 2 settimane fino a ottobre, affinché i tuberi possano rigenerarsi.
Cure particolari:cimare le varietà a fiore grande. Eliminare le corolle sfiorite.
Da settembre in poi non tagliare più le foglie ma lasciarle ingiallire a poco a poco.
Cure invernali: ritirare le cassette o i vasi dopo le prime gelate notturne; particolare da ricordare, la crescita dei tuberi per molte varietà avviene nel periodo autunnale; recidere foglie e steli secchi o gelati fino a 2-3 cm, togliere la terra dai tuberi, perlomeno quella che viene via più facilmente, e riporre i tuberi in cassette di legno o in cestini in locale asciutto, ad una temperatura tra 5 e 10 °C, fino alla comparsa dei nuovi getti.
Forzatura: tra febbraio e marzo ammassare i tuberi in cassette piene di torba umida e portarli in luogo luminoso, a una temperatura tra 18 e 22 °C. Alla ripresa vegetativa trasferire in vasi più grandi o subito in cassette.
Alla comparsa delle prime foglie spostare le piante all'aperto, ritirare però in caso di gelate.
Parassiti e malattie: le begonie temono particolarmente afidi, tripidi, acari, mal bianco e muffa grigia.
Moltiplicazione: per divisione dei tuberi da eseguire poco dopo la ripresa vegetativa. Disinfettare le superfici recise con polvere di carbone.
In vivaio si effettua per semina da novembre a gennaio a una temperatura di 23-25 °C e illuminazione artificiale (difficile).
Il mio consiglio: per le varietà più nuove non conviene proseguire la coltura in inverno poiché i tuberi sono troppo piccoli in autunno.
Avvertenza importante: le begonie contengoo sostanze velenose nelle parti ipogee ed epigee; prestare particolare attenzione a bambini e animali da compagnia.
Tutti i marchi e nomi citati appartengono ai rispettivi proprietari.
I contenuti di questo sito appartengono a Armando Mancini.
Ogni tipo di riproduzione, con ogni mezzo ed in ogni luogo, è espressamente vietata senza consenso scritto.