Home page

Schede piante

Tecniche

Patologie

Forum

News

Contatti
Schede piante

Croton (Codiaeum variegatum pictum)

scheda pianta
Croton

Il croton è una pianta d'appartamento molto diffusa, con foglie ornamentali che offrono un'ampia gamma di forme, colori e sfumature. Tutte le varietà raggiungono il metro di altezza, ma con la potatura regolare ad ogni primavera si può contenere lo sviluppo della pianta. È necessario garantire alla pianta calore costante nel corso di tutto l'anno, se non si vuole che la pianta perda progressivamente tutte le foglie, a cominciare da quelle basali, e finisca per morire. La specie qui illustrata è tra le più diffuse e ha foglie sempreverdi scure, piuttosto spesse e cuoiose, con belle nervature colorate in diverse tonalità di giallo e rosa.
Diversi fatti provocano appassimento e caduta delle foglie: innaffiature scarse o eccessive, troppo ombreggiamento, insufficienti concimazioni o ambienti troppo freddi per il croton. Seguendo le indicazioni fomite in precedenza la pianta dovrebbe riprendersi, salvo non si intervenga troppo in ritardo. L'esposizione prolungata della pianta all'insolazione diretta provoca bruciature alle foglie.

Famiglia: Euforbiacee
Origine: Malesia
Esposizione: locale  ben arieggiato e in piena luce, evitando l'insolazione diretta.
Temperatura: la minima invernale non deve scendere sotto i 15° C.
Annaffiature: regolari; sono consigliate spruzzature al mattino.
Fertilizzazione: il croton cresce rapidamente, perciò da marzo a ottobre bisogna fornire un fertilizzante liquido, aggiunto in piccole quantità all'acqua, ogni 10-15 giorni. Riproduzione: per talea di ramo, in primavera utilizzando polvere radicante oppure per margotta, quando la parte basale è troppo spoglia.
Malattie: cocciniglie brune e farinose. Gli attacchi del ragnetto rosso sono frequenti se l'ambiente è secco.
 

Tutti i marchi e nomi citati appartengono ai rispettivi proprietari.
I contenuti di questo sito appartengono a Armando Mancini.
Ogni tipo di riproduzione, con ogni mezzo ed in ogni luogo, è espressamente vietata senza consenso scritto.