Home page

Schede piante

Tecniche

Patologie

Forum

News

Contatti
Tecniche

I rizomi

Tecniche e consigli
Alla scoperta del rizoma, un ingegnoso sistema di moltiplicazione/propagazione delle piante. Il fine ultimo delle specie viventi è la sopravvivenza; proprio per questo in natura si sono evolute molteplici forme e soluzioni che consentono di colonizzare un territorio, oppure molto più semplicemente, sopravvivere: uno delle soluzioni più efficaci messo in atto da alcune piante è il rizoma.

Cosa è

Un rizoma è un fusto perenne modificato che cresce più o meno orizzontalmente. Poiché si tratta di un fusto modificato, produce foglie e germogli nuovi e ha radici proprie, o le sviluppa quando viene separato dalla pianta madre; proprio per questo motivo le rizomatose sono piante facili da propagare. I rizomi hanno dimensioni molto diverse, anche a seconda della quantità di sostanze nutritive che immagazzinano; alcune piante, come l'iris ad esempio, sono grossi ,mentre altri come la menta o il bambù, sono più lunghi e sottili e sono principalmente usati dalla pianta per espandersi. I rizomi crescono espandendosi in larghezza, mentre le parti più vecchie muoiono al centro. Per favorire la firitura di queste piante, prelevarle regolarmente ed effettuare la divisione avendo cura di eliminare i rizomi più vecchi, ripiantando le parti più giovani. Potete propagare molte piante dividendone i rizomi. Molti rizomi dei sempreverdi sono estratti dal terreno e divisi dopo la fioritura. Le piante rizomatose decidue, invece, sono divise in primavera e subito prima che inizi la nuova crescita. Una volta estratto dal terreno il rizoma, rimuovere la terra in eccesso. Accorciare le lamine delle foglie per ridurre lo scoprimento delle radici e la perdita acqua. I rizomi non vanno mai piantati troppo in profondità, perchè questo costringerà la pianta a raggiungere la superficie, e durante questo "tragitto" la pianta non sarà in grado di fiorire.

RIZOMI A CORONA

Non tutti i rizomi sono facili da propagare; tipico caso i rizomi cosiddetti a "corona" come quelli di peonie e erbacee perenni. In questo caso i risultati migliori si ottengono estraendo i rizomi durante la dormienza, per esempio verso la fine dell'inverno, prima che le gemme crescano e le radici comincino a svilupparsi. Dividere il rizoma in diverse parti, assicurandovi che ognuna abbia perlomeno una gemma a legno sviluppata, meglio ancora se due o più. Le superfìci tagliate vanno trattate con zolfo in polvere e ripiantate il prima possibile, alla stessa rofondità alla quale si trovavano prima.
Tutti i marchi e nomi citati appartengono ai rispettivi proprietari.
I contenuti di questo sito appartengono a Armando Mancini.
Ogni tipo di riproduzione, con ogni mezzo ed in ogni luogo, è espressamente vietata senza consenso scritto.